“ C’è abbastanza musica per il tempo di una vita, ma in una vita non c’è abbastanza tempo per la musica.
“ A volte mi capita di pensare che mi piacerebbe ammirare le persone, invece dei tramonti.
Ammirare i sorrisi dei miei musicisti preferiti, che son la vista migliore degli osservatori astronomici.
Vorrei stare in piedi sul tetto del mondo, con le loro mani davanti alle pupille e le braccia spalancate.
Vorrei ringraziarli, a lacrime aperte, e scrivere sui volantini che esiste una cosa più bella del sole.
Ma mi accontento di premere play e averli davanti al cuore, a fronteggiare le mie vene, che tanto li sento bene comunque, li sento tanto da tremare.
E me li porto con me sotto le coperte, ma mi rifiuto di dormire e li consumo tutta la notte, leggo con i loro brividi nelle orecchie e io so che non dovrei, che è tardi, che poi domani mi si chiudono gli occhi.